Al giorno d’oggi la Pedodonzia, o Odontoiatria pediatrica, occupa un posto di rilievo nel mondo dell’odontoiatria. Questo perché il trattamento del bambino è un punto fondamentale per la prevenzione e per il rapporto futuro tra odontoiatra e paziente.
Finalmente è stato riconosciuto che anche i bambini hanno problemi odontoiatrici, e non vanno sottovalutati solo perché “tanto quei denti li perde”, le carie dei denti decidui, oltre ad essere estremamente dolorose, hanno ripercussioni non solo sui denti definitivi, ma su tutta la bocca; la perdita prematura di un dente di latte può causare negli anni a venire dalle problematiche riguardanti la perdita di spazio fino a veri e propri disturbi della crescita e problemi di relazione con gli altri, senza considerare il fatto che una carie non curata è un focolaio infettivo di batteri che persiste nella cavità orale.
Per evitare questo la prima visita andrebbe fatta in assenza di sintomatologia quando sono erotti tutti i denti decidui tra i 4 ed i 5 anni.
È fondamentale il fattore psicologico; sono lontani i tempi in cui il bambino veniva tenuto da quattro persone per far sì che aprisse la bocca, le maggiori scuole, infatti, ci insegnano tecniche di approccio magari più lente, ma sicuramente più fruttuose e molto meno traumatiche.
La parola d’ordine è "FIDUCIA", un piccolo paziente che collabora sarà un paziente adulto costante nella prevenzione e fiducioso dei trattamenti  che il suo dentista gli proporrà.
Sappiamo benissimo che i bambini devono essere considerati come individui ben differenti l’uno dall’altro, il ruolo del pedodonzista è proprio quello di individuare questa particolarità e calarsi nel mondo del piccolo paziente con i giochi, usare il loro linguaggio.
Ma il dentista non può fare tutto da solo, è necessario uno stretto lavoro di equipe con coloro che devono essere i nostri assistenti più importanti: i genitori.
Spesso, prima di istruire il bambino su come ci si comporta in uno studio odontoiatrico, è necessario farlo con i genitori, il cui ruolo è fondamentale nella visione che un bambino ha del suo dentista.Una volta ottenuta l’attenzione e la fiducia del piccolo paziente è però necessario non tradirla: l’odontoiatra spiegherà tutti i passaggi del proprio lavoro, se necessario anche più di una volta, affinché anche il bambino stesso possa capire e così collaborare.
 

Trattamenti sui piccoli pazienti

Il piccolo paziente viene istruito all’igiene orale, alle tecniche di spazzolamento e ad una corretta alimentazione.Durante la crescita viene seguita la sequenza di eruzione degli elementi dentari e l’eventuale insorgenza di asimmetrie o discrepanze occlusali che implichino il trattamento ortodontico.In ogni paziente viene valutato il rischio di insorgenza delle carie e in presenza di carie degli elementi dentari decidui si provvede alle opportune terapie conservative mentre nei confronti dei denti permanenti vengono messe in atto tutte le procedure volte a prevenire l’insorgenza di carie. Fra queste di primaria importanza è l’esecuzione della sigillatura dei solchi o laccatura dei molari e premolari permanenti volta a proteggere con una barriera di tipo fisico e chimico  il dente dall’insorgenza di carie.