Paradontite

La parodontite o periodontite è una infiammazione dei tessuti parodontali, che determina irreversibile perdita d'attacco dei denti rispetto all'alveolo, con conseguente formazione di tasche gengivale, ipermobilità dentale, sanguinamento gengivale, fino alla perdita di uno o più elementi dentari. Il quadro clinico di parodontite comprende quindi tutti i segni e sintomi della gengivite. La maggiore gravità è data dall'espasione dell'infiammazione dalla sola gengiva al legamento parodontale, cemento radicolare, osso alveolare. Non colpisce tutti i denti in maniera uniforme, ed è fortemente influenzata dalla suscettibilità individuale. Generalmente affligge individui in età adulta e avanzata, ma alcune forme possono colpire anche nell'infanzia e nell'adolescenza. Questi sono alcuni segni della parodontite.

 

RX Parodontali – forte riassorbimento osseo

 

 

 

Rischi della malattia parodontale

 

 Trattamento parodontale profondo per cavitazione senza anestesia

 

 

 

VECTOR

PIEGHEVOLE VECTOR

PIEGHEVOLE VECTOR 2

Per le cure parodontali , negli ultimi 5 anni , ho usato moltissimo il VECTOR che è un apparecchio che funziona ad ultrasuoni di cavitazione ( gli stessi usati per la triturazione dei calcoli renali ) con dei risultati eccellenti perché viene usato senza anestesia ed in maniera atraumatica per il paziente .
Un’igiene molto accurata, insegnata dal medico e dalle sue assistenti, permette di mantenere la salute parodontale ritrovata.
La sofferenza parodontale, espressa come mobilità di 1 o più denti, può essere determinata da un
Terapia senza paura

PULIZIA DENTALE , TRATTAMENTO PARODONTALE, PREPARAZIONE
Cosa si aspettano realmente i pazienti da una terapia parodontale?
I pazienti con una parodontite generalizzata raramente si lamentano per le tasche parodontali troppo profonde o per i depositi
di concrezioni. Il problema evidente sono le infiammazioni, i sanguinamenti e soprattutto la ritrazione gengivale che comporta
colletti dei denti troppo lunghi e conseguenti danni estetici. Il trattamento dall’odontoiatra dovrebbe eliminare questi problemi
in modo rapido, affidabile e possibilmente senza dolore.
Cosa vogliono evitare i pazienti?
Una parodontite moderata viene raramente percepita come pericolosa, ma piuttosto come situazione fastidiosa e spiacevole.
Quindi una terapia invasiva viene spesso rifiutata: “Perché una tempesta in un bicchiere d’acqua ?!” Raramente i pazienti
accettano di sottoporsi a numerose sedute e trattamenti dolorosi, con risultati estetici spesso insoddisfacenti. Sino al 70% dei
pazienti interrompe ad esempio la terapia chirurgica (bibl.1).
Perché i pazienti chiedono del Vector?
Con il Vector è possibile eseguire il primo trattamento completo in un’unica seduta. Il dolore è minore rispetto ai metodi
tradizionali ed il trattamento viene avvertito in modo molto più accettabile. Le ritrazioni gengivali di regola non avvengono o
sono dovute solo alla ritrazione da rigonfiamento. Sono fatti di cui si parla più di quanto si possa pensare. Oltretutto, la terapia
conservativa può essere eseguita anche con delicati strumenti in plastica. Di conseguenza l’obbligatorio post-trattamento
diventa piacevole.
Successo giorno dopo giorno come in clinica

EVIDENZA DELLA TERAPIA VECTOR: STUDI CLINICI
LA TERAPIA VECTOR: FONDATA SULLA SCIENZA
Poco dolore per i pazienti, studiata per un semplice uso
In base ad una ricerca svolta presso l’Università di Mainz, il trattamento con il Vector è stato raccomandato rispetto ad altri
apparecchi basati sugli ultrasuoni. Dopo una breve fase di adattamento, la preferenza al Vector è stata data sia nel
trattamento iniziale che in quello conservativo (bibl. 2).
Successo nella riduzione della profondità delle tasche e nell’aumento di attacco
Uno studio clinico controllato dell’Università di Francoforte riporta: il metodo Vector offre un’eccellente efficacia clinica.
In confronto allo scaling tradizionale, in abbinamento ad una levigatura radicolare, il Vector riduce la profondità della tasca in
modo molto più significativo. Inoltre, il suo impiego ha portato ad un notevole, maggiore guadagno di attacco rispetto al
gruppo di controllo (bibl. 3).
I parodontologi fanno paragoni con gli strumenti manuali
In uno studio clinico randomizzato e controllato dell’Università di Homburg risulta: la terapia Vector appare uguale, in tutti gli
aspetti, al trattamento classico con strumentazione manuale. Ma con minore ritrazione gengivale e notevole riduzione della
profondità-tasca e guadagno di attacco! In definitiva è una terapia più delicata ed efficiente (bibl. 4).

METODI TRADIZIONALI: SCIENTIFICAMENTE DISCUSSI
Rimozione dei tessuti di granulazione?
La rimozione del tessuto di granulazione (curettage gengivale), nell’ambito di un trattamento parodontale, non porta alcun
vantaggio aggiuntivo. L’affermazione dell’Accademia Americana di Parodontologia (American Academy of Periodontology): si
rinuncia oggi a questa procedura per conservare i bordi gengivali marginali sensibili e per ottenere migliori risultati estetici
(bibl. 5).
Rimozione del cemento radicolare “infetto”?
Le endotossine, negli studi svolti, sono state trovate solo sulla superficie più esterna del cemento. Una rimozione del tessuto
non è pertanto necessaria. Il cemento radicolare conservato, favorisce il processo di guarigione. Studio e Review (bibl. 6).
Operazione dei lembi?
La rinuncia ad un intervento chirurgico, rispetto al curettage aperto, comporta migliori risultati nella terapia di tasche
moderatamente profonde o medie. Nel caso di difetti parodontali profondi, l’aumento di attacco dopo una terapia aperta
rispetto a quella chiusa è lo stesso. Metanalisi (bibl. 7).

TERAPIA VECTOR : E’ DIMOSTRABILE LO SCARSO DOLORE
Dall’Università di Bonn: uno studio su larga scala conferma l’azione efficace e delicata
“L’impiego del sistema Vector ha reso possibile un trattamento di lesioni parodontali meno doloroso rispetto ai metodi
tradizionali”. Gli autori dello studio affermano inoltre: “Soprattutto nel trattamento parodontale, la fiducia tra paziente e dentista
è importante per il successo della terapia, dato che il trattamento sistematico dei pazienti affetti da parodontiti richiede
richiami regolari negli anni. Per ottenere una buona collaborazione da parte del paziente è quindi necessario eseguire le
doverose misure nel modo meno doloroso possibile” (bibl. 8).

VECTOR – LA FINEZZA NELLA POLITERAPIA
SFIDA, TECNOLOGIA, SOLUZIONE
VECTOR HA CAMBIATO LA TERAPIA PARODONTALE
Il principio Vector: Lo sviluppo del Vector coincise nel 1990 con la scoperta che la causa delle patologie parodontali è la
disturbata interazione tra infezione batterica e difesa immunitaria. Il sistema Vector crea l’energia ultrasonica in modo
ottimale per l’impiego dentale. Sino ad ora era evidente il pericolo che strumenti oscillanti in maniera non precisa facessero
più male che bene nella tasca. Con il Vector, gli strumenti fanno un solo movimento assiale parallelo alla superficie radicolare.
Le caratteristiche che contraddistinguono il Vector: una delicata rimozione dei batteri del biofilm e dei depositi di tartaro è resa
possible dall’accoppiamento indiretto dell’energia ultrasonica. I danni al tessuto duro ed il trauma al tessuto molle vengono
evitati. L’efficienza della pulizia radicolare viene aumentata in modo mirato tramite una sospensione di particelle.

SOLO I DENTISTI POSSONO PULIRE I DENTI AL DI SOTTO DELLE GENGIVE
L’energia dello strumento viene delicatamente trasferita nella tasca tramite un involucro aderente di fluido (idrodinamica). La
tasca viene trattata intensamente e pulita in modo mirato. Non c’è formazione di aerosol. La sospensione di particelle
impiegate lavora come una pasta dentifricia, rimuovendo depositi e placca persino dalle zone più difficili. Risultato: superfici
radicolari lisce e pulite con una notevole riduzione di germi che comporta una rapida e sicura guarigione.

A LOGICO COMPLETAMENTO: IL MANIPOLO VECTOR PRO SCALER
Alta efficienza nella pulizia dentale con azione levigante
Un manipolo, completamente nuovo, trasmette l’aumentata potenza ad ultrasuoni direttamente allo strumento speciale Vector
Pro Scaler. Dato che il fluido è condotto all’interno dello strumento, come per il manipolo parodontale, la classica formazione
di aerosol è quasi completamente evitata. Questo rende inoltre possibile l’uso simultaneo di particelle leviganti. L’aumento
della potenza ultrasonica, raggiunta grazie a dischi di ceramica piezo in più, permette di rimuovere rapidamente anche i
depositi più ostinati.
Vector nell’odontoiatria moderna

CAMPI D’IMPIEGO
PULIZIA DENTALE PROFESSIONALE
Il “6-cilindri” tra gli scaler
Rispetto agli scaler tradizionali, nel Vector Pro Scaler sono montati, come motore ad ultrasuoni, sei dischi piezo in ceramica
invece che quattro. In questo modo c’è a disposizione sufficiente energia anche per grosse rimozioni. Una pulizia dentale
professionale ad alto livello: l’impiego contemporaneo di Vector Fluid Polish leviga rispettando le superfici dentali sensibili.

PRIMA TERAPIA PARODONTALE
Energia ad ultrasuoni deviata in modo mirato per l’uso odontoiatrico
Le superfici radicolari vengono liberate da concrezioni, biofilm e batteri con strumenti sottili, sino al fondo della tasca. Senza
danneggiare il tessuto molle. Anche in zone anatomiche difficili, come ad es. nelle forcazioni. Con la combinazione del Vector
Fluid Polish, una sospensione di particelle di idrossiapatite, vengono pulite e levigate le superfici radicolari: “root cleaning”
invece di “root planing”.

TERAPIA PARODONTALE CONSERVATIVA
La terapia conservativa è una parte della terapia PA (parodontale)
Un regolare controllo delle reinfezioni delle tasche, come anche puntuali e ripetute misure di profilassi, sono importanti pilastri
della terapia conservativa. L’Accademia Americana di Parodontologia (American Academy of Periodontology) afferma: la
perdita di denti in pazienti con parodontiti è inversamente proporzionale alla frequenza delle sedute di richiamo. Semplice e
delicata: strumenti in plastica rafforzati in fibra di carbonio per la terapia di richiamo.

TERAPIA DELLE PERIIMPLANTITI
Senza batteri nessuna infiammazione
Tessuti infiammmati intorno ad impianti: uno dei grossi problemi dell’implantologia. Il Vector Pro è valido per rimuovere
depositi, batteri e biofilm dalle superfici di impianti. Ovviamente, senza mettere in pericolo i materiali sensibili o materiale
protesico. La possibilità per il trattamento della periimplantite è data da strumenti di plastica rafforzati in fibra di carbonio, usati
in abbinamento al Fluid Polish.

PREPARAZIONE MICROINVASIVA
L’aggiunta di una sospensione abrasiva (Vector Fluid Abrasive) – ottenuta con la sola pressione di un pulsante – permette
l’esecuzione di preparazioni microinvasive mirate. Gli strumenti metallici utilizzati per questo, sono lisci ed offrono buona
accessibilità; sono di forma anche asimmetrica a seconda del bisogno, appiattiti da un lato o cavi per aumentare la potenza di
rimozione. Al contrario degli strumenti diamantati, l’energia viene trasmessa indirettamente tramite le particelle di carburo di
silicio addotte con l’acqua (granulometria media: ca. 50 μm). La preparazione con il sistema Vector Pro viene quindi eseguita
senza l’esposizione ad alte temperature ed è estremamente delicata sulla polpa. Si evita un’aggressione allo smalto,
ottenendo ottimali qualità del bordo per le successive restaurazioni. Di regola, con il Vector Pro possono essere lavorati tutti i
materiali duri (ad eccezione dei metalli). E questo in modo particolarmente fine.
Indubbiamente …Vector

SISTEMA E COMPONENTI
COMPONENTI – SOLUZIONE SISTEMA
Il progresso tecnologico è stato combinato con il design e l’ergonomia nell’uso quotidiano dello studio. Il manipolo del Vector
Pro ha una forma pratica ed è autoclavabile (134°C). Una volta smontato si può pulire perfettamente. Uguale è il manipolo
Scaler, pur presentando una chiusura rotante a scatto. L’apparecchio base contiene i fluidi che possono essere aggiunti
durante il trattamento grazie alla sola pressione sugli appositi pulsanti. Le funzioni sull’apparecchio base sono semplici per
l’utente e possono essere attivate anche tramite pedale: Vector fluidi ON/OFF, funzionamento con intensità predefinita e
kickdown. Il supporto flessibile del manipolo può essere fissato a scelta, o alla destra o alla sinistra dell’apparecchio.