Il rialzo di seno mascellare è una pratica chirurgica volta a determinare un aumento di volume osseo nell'arcata superiore della bocca che consente di disporre di adeguati volumi ossei per l'inserimento di impianti di adeguata lunghezza e diametro. L'espressione "rialzo di seno" è dovuta alla presenza dei seni mascellari che vengono anatomicamente spostati in alto dal ripristino dei volumi ossei. Esistono varie tecniche chirurgiche che possono essere utilizzate per questo scopo e la loro predicibilità, in termini di risultati, è sempre legata all'esperienza dell'operatore. Negli ultimi decenni le tecniche di chirurgia dentaria si sono rapidamente sviluppate soprattutto per fare fronte alla necessità di posizionare impianti in condizioni di scarsa presenza di osso.

In questi casi , sia per le  procedure di rigenerativa e quindi di raccolta dell’innesto osseo, sia per la delicata fase di inserimento dell’impianto, è necessario uno strumento che tagli agevolmente l’osso corticale ( più esterno e più duro) senza surriscaldarlo e senza ledere I tessuti molli.

Con un apparecchio che tagli l’osso senza necrotizzarlo e senza danneggiare le strutture nobili in esso immerse o adiacenti .

 Tale apparecchio infatti è in grado di:

  • tagliare l’osso in modo estremamente preciso
  • tagliare l’osso in modo assolutamente selettivo
  • tagliare senza creando un  danno minimale e di conseguenza una migliore guarigione

 

 

 

Rigenerazione ossea